Consigli contro la Lumaca e la Chiocciola

Affrontare il Ragnetto rosso
25/06/2018
I curculionidi, riconoscerli e combatterli
25/06/2018
  • Lumaca (Foto 1)

  • Chiocciola (Foto 2)

  • Gasteropodo, da gastèr (stomaco) e podòs (piede) (Foto 3)

  • Il guscio differenzia lumaca e chiocciola (Foto 4)

  • Danni su foglia (Foto 5)

Classe: Gasteropodi

DESCRIZIONE: i Gasteropodi comprendono lumache (foto 1), chiocciole (foto 2) e numerosi molluschi marini. I fitofagi che tratteremo in questo breve articolo sono i primi due.
La parola gasteropodo deriva dal greco (gastèr= stomaco e podòs= piede) a indicare animali che si spostano strisciando sul proprio stomaco (foto 3).
I Gasteropodi sono originariamente animali acquatici, prevalentemente marini, erbivori o carnivori, lenti nei movimenti, diffusi in ogni regione: litoranea, pelagica, abissale. Le forme terrestri e d’acqua dolce sono derivate da quelle marine, e occupano habitat molto vari.

COME RICONOSCERLE: chiocciola e lumaca differenziano per una visibile caratteristica: la prima è dotata di un guscio resistente e protettivo (foto 4).
I Gasteropodi hanno un habitat variabile secondo le specie; ma per lo più amano i luoghi freschi e ombreggiati, rimanendo al riparo dei raggi solari.
Sul loro percorso lasciano una striscia argentea iridescente, continua o tratteggiata, dovuta alla condensazione del muco segregato dai tessuti ghiandolari del piede. Il muco, o bava, ha una funzione protettiva contro insetti e altri nemici.
Si nutrono soprattutto di vegetali; tuttavia mangiano anche, sebbene raramente, sostanze animali.
Si considerano tra gli animali nocivi all’agricoltura perché attaccano i semenzai, i vivai, gli orti, i frutteti. Tuttavia non è raro trovarli anche nelle nostre coltivazioni su balconi o terrazzi.
Danni principali causati da lumache e chiocciole: asportazione di tessuto fogliare in quantità consistente a causa della loro voracità, con conseguente perdita di superficie fotosintetica (foto 5).

PREDATORI NATURALI: non sempre i nemici naturali delle chiocciole (talpe, ricci, topi, tordi, merli, rospi, coleotteri, ecc.) riescono a limitarne lo sviluppo, quindi spesso si consiglia l’utilizzo di prodotti specifici di contenimento.

PRODOTTO CONSIGLIATO : Antika Officina Botanika Anti-Lumaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *