Piralide sulle piante: riconoscerla e combatterla

Aleurodidi (mosca bianca): riconoscerli e debellarli
25/06/2018
Il Minatore fogliare: trucchi e consigli per difendersi
25/06/2018
  • Piralide del mais (Foto 1)

  • Larva di piralide (Foto 2)

Superfamiglia: Pyraloidea
Classe: Insetti

DESCRIZIONE: Si tratta di un lepidottero (farfalla) appartenente alla famiglia delle Crambidae (foto 1). Considerato uno dei principali fitofagi del mais, le cui larve scavano gallerie nei fusti di quest’ultimo e di altre piante (foto 2), causando gravi danni alle colture.
È una specie altamente polifaga e può attaccare più di 250 specie di piante. In Iatalia è soprattutto diffusa nelle regioni settentrionali e centrali dove attacca il mais, il sorgo, la canapa e varie orticole come la melanzana, il peperone e ornamentali da fiore. È un insetto originario dell’ Europa dell’est, dove la canapa e il luppolo fungevano da piante ospiti. La piralide può fare fino a 6 generazioni all’anno e lo svolgimento del ciclo è strettamente legato alle condizioni ambientali, in particolare all’andamento climatico.
Gli adulti sono attivi soprattutto dal crepuscolo alla notte, con una vita media di 10 giorni. Lo sfarfallamento dei maschi può precedere di qualche giorno quello delle femmine. Questo volo può avere dei picchi tra la fine di luglio e la prima decade di agosto e di norma si completa nella seconda decade di settembre. Le larve di questa seconda generazione, numerose da fine luglio ad inizio agosto, forano il fusto e possono danneggiare anche i semi. Inoltre, le gallerie che scavano nei fusti, indeboliscono le piante provocando rotture delle stesse. Le larve nate a fine estate o in autunno, oltre a perforare gli steli, infestano le infiorescenze, imbrattandole con fili sericei ed escrementi, rendendole inutilizzabili. Si nutrono selettivamente di infiorescenze femminili e semi immaturi.
La Piralide sverna come larva matura dentro i residui vegetativi o nei tutoli.
Il mais infestato dalla Piralide, diventa contaminato da una micotossina, la fumonisina, particolarmente pericolosa in caso di uso umano e zootecnico.

COME RICONOSCERLI: E’ una farfalla di medie dimensioni con un’ apertura alare di 25-30 mm. I maschi sono più piccoli delle femmine, con un’apertura alare di 20-26mm e hanno le ali giallastre con variegature molto scure rispetto alle femmine. Queste ultime sono di colore da giallo pallido a marrone chiaro, con entrambe le ali attraversate da linee scure a zigzag e con macchie pallide spesso giallastre.
Le uova hanno una lunghezza inferiore a 1mm e hanno una forma appiattita. Vengono deposte sulla parte inferiore di foglie, steli o stoppie di raccolto. Sono disposte in gruppi di 15-50 uova, con una superficie complessiva di 4-5mm di diametro. Le uova giovani sono traslucide e si sovrappongono come squame di pesce. In piena estate le uova appena deposte sono di colore bianco, poi diventano più scure. Le femmine depongono fino a 500 uova in 25 giorni. Le uova della prima generazione si schiudono in una settimana e anche meno se le temperature sono intorno ai 15°C, da cui emergono le larve.
Le larve appaiono di dimensioni comprese tra i 20-25 mm di lunghezza, presentano una livrea di colore grigiastra e possiedono un capo e un protorace bruno scuri. Le ovodeposizioni sono scalari e le larve penetrano velocemente all’interno dei tessuti. Il corpo è contrassegnato da macchie scure rotondeggianti su ciascun segmento del corpo. La temperatura ideale per il loro sviluppo è di circa 11°C. Le larve si diffondono rapidamente in tutta la coltura, nutrendosi dapprima delle foglie per trasferirsi dopo una settimana nel fusto. Scavano delle vere e proprie gallerie, vivendo a spese del tessuto legnoso. Queste gallerie sono piene di materiale sericeo e rosura, e dal foro d’ingresso si vede fuoriuscire un misto di segatura ed escrementi. Se l’attacco è precoce le piante appassiscono e muoiono rapidamente, la larva si trasferisce sulle piante vicine fino al raggiungimento della maturazione. Durante la fine di luglio, la larva pratica un foro nel mezzo o nella metà basale del fusto un foro di uscita rotondo e regolare, preparando la strada al futuro adulto. È questo il periodo in cui, in corrispondenza del foro d’uscita, il fusto si spezza facicro kilente, deprezzando moltissimo le fibre tessili della canapa. Il passaggio dallo stadio larvale a quello di adulto ha una durata di circa 12 giorni, con una temperatura di sviluppo ottimale intorno ai 13°C.
Sul culmo (fusto), inoltre, è facile individuare anche dei fori di entrata ed uscita delle larve.
L’azione delle larve sul culmo determina un indebolimento tale da causare lo spezzamento della pianticina.

LOTTA E CONTROLLO: è importante utilizzare un tipo di lotta integrate, che permette di utilizzare tutte le tecniche disponibili per il contenimento del fitofago. Prima di tutto, le buone pratiche agronomiche possono avere un ruolo attivo nel suo contenimento. Ad esempio è importante effettuare arature profonde con interramento dei residui colturali, utilizzare le rotazioni colturali ed evitare di piantare la canapa vicino a campi di mais, o in alternativa utilizzare cultivar resistenti come la carmagnola. Il monitoraggio prevede l’uso di trappole a feromoni specifici. Per la cattura delle femmine si utilizzano diffusori impregnati di fenilacetaldeide, un aroma naturale presente in molti fiori e nelle spighe del mais, che attirano le femmine per deporre le uova. In indoor, si utilizza soprattutto la tecnica della confusione sessuale. Si disperde nell’ambiente il feromone sessuale femminile in modo che il maschio abbia difficoltà a localizzarla e fecondarla. Questi diffusori si possono semplicemente ancorare ai rami delle piante.
Per il mais, invece, la quasi totalità delle cultivar appartiene alla categoria delle piante “resistenti alla piralide” senza essere geneticamente modificate. La resistenza consiste in un fenomeno per il quale le piante producono, soprattutto nelle fasi giovanili dello sviluppo, un glucoside che sotto l’azione della saliva delle larvette durante la masticazione si trasforma in un composto chiamato DIMBOA, inibitore dell’alimentazione e tossico per le larve stesse.
Contro la piralide è stata sperimentata la lotta biologica con metodo inondativo utilizzando parassitoidi oofagi del genere Trichogramma e integrando, se necessario, il controllo con trattamenti a base di Bacillus thuringiensis.

PRODOTTI CONSIGLIATI:


Vithal piralide del bosso: insetticida pronto all’uso ad elevata azione sistemica, specifico per combattere la piralide del bosso. Se applicato alla foglia viene assorbito e traslocato in tutte le parti della pianta comprese quelle di nuova formazione proteggendole per un periodo di almeno 3-4 settimane. Contro la Piralide del Bosso agisce per ingestione nei confronti delle larve. Si consiglia intervenire, bagnando con cura la pianta, all’inizio dei primi caldi primaverili (fine marzo aprile) ripetendo il trattamento a distanza di 4 settimane. In alternativa è possibile intervenire subito dopo il manifestarsi dei primi danni. Il prodotto ha contemporanea efficacia anche contro Cocciniglie e adulti di Oziorrinco che dovessero essere presenti.
Somministrazione: trattare alla comparsa dei primi insetti, o quando si osservano i primi danni sul fogliame. In caso di reinfestazione ripetere il trattamento a distanza di 4-5 settimane (max 4 trattamenti l’anno).


Ecovit insetticida pronto all’uso (piretro) : a base di Piretro naturale per piante ornamentali e fiori da balcone, appartamento e giardino domestico.
Caratteristiche: protegge le piante fiorite (come Rosa, Azalea, Begonia, Geranio, Ortensia, Oleandro), le piante verdi da appartamento (come Ficus, Dracaena, Filodendro, Felce) e le piante ornamentali in genere, dall’azione dannosa di insetti come Afidi, Aleurodidi, Tentredini, Tripidi, Tingidi, ragnetti rossi, Coleotteri e Lepidotteri defogliatori e larve di Ifantria.
Somministrazione: agitare bene prima dell’uso e irrorare la pianta da una distanza di 40-50 cm bagnando in modo uniforme tutta la superficie, compresa la pagina inferiore delle foglie. Trattare al manifestarsi delle infestazioni e, se occorre, ripetere l’operazione 8-10 giorni dopo il primo trattamento.

https://mygrass.it/shop/1321-tm_large_default/vithal-polysect-insetticida.jpg
Vithal Polysect insetticida: è un insetticida sistemico pronto all’uso per le piante ornamentali di casa e giardino, da fiore o verdi. Parassiti controllati: Afidi, cocciniglie, mosche bianche, tripidi, acari, lepidotteri, cicadellidi e altri parassiti delle piante ornamentali.
Somministrazione: prodotto in spray già pronto all’uso.

https://mygrass.it/shop/1555-tm_large_default/vithal-bastinsect.jpg
Vithal Bastinsect
: è un insetticida sistemico di lunga durata (fino a 3 mesi) per il controllo dei più comuni insetti che attaccano le piante ornamentali di casa e giardino, comodamente disponibili in bastoncini pronti all’uso. Grazie alla nuova formulazione con elementi nutritivi, Bastinsect nutre e rinforza le piante, inoltre può essere utilizzato per combattere i parassiti delle idrocolture.
Parassiti controllati: afidi, psille,mosca bianca, coccidi, tisanotteri, cicaline, nonché cocciniglie farinose e cotonose.
Colture autorizzate: piante floreali ed ornamentali da appartamento, balcone e giardino domestico
Somministrazione: vasi: 1-2 bastoncini per ogni litro di terriccio.
Idrocolture: 0,5-1 per ogni litro substrato. Max 3 applicazioni l’anno. Leggere l’etichetta prodotto per maggiori dettagli.

https://mygrass.it/shop/1327-tm_large_default/flortis-olio-di-soia.jpg
Flortis Olio di Soia
: è un olio vegetale ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Glycine soja che, grazie alle proprietà antitraspiranti, aiuta a migliorare e potenziare le difese naturali delle piante in presenza di insetti.
La sua applicazione è utile anche come azione protettiva per mantenere il corretto equilibrio idrico in caso di forti escursioni termiche, venti forti o troppo caldi. Può essere impiegato anche in miscela con prodotti rameici e può essere applicato in frutticoltura, orticoltura e giardinaggio in ogni momento del ciclo produttivo.
Somministrazione: prodotto in spray già pronto all’uso.

https://mygrass.it/shop/1337-tm_large_default/agrobacterias-protect-killer.jpg
Agrobacterias Protect Killer
: agisce come fitofortificante ed insetticida grazie alle sue proprietà nutrizionali e agli specifici enzimi attivatori del metabolismo vegetale.
Biodegradabile, si consiglia l’apllicazione nei momenti di bassa insolazione. Non miscelare con prodotti alcalini e a base di zolfo.
Composizione: estratto di Neem  80%, estratto di limone 20%.
Azione contro: Tripidi, Afidi, mosche bianche, cocciniglia, nematodi, acari, ecc.
Somministrazione: applicazione per via fogliare, 1 ml per 1 litro di acqua, ripetendo dopo una settimana per rafforzare l’effetto. Disponibile nei formati 10 ml o 60 ml.

https://mygrass.it/shop/1340-tm_large_default/agrobacterias-total-explosion.jpg
Agrobacterias Total Explosion
: è un adiuvante ecologico e bio-stimolatore composto da amminoacidi e sali di Potassio. Svolge un’azione di pulizia eliminando i residui lasciati dall’attività degli insetti e stimola lo sviluppo fogliare della pianta. Ammorbidisce il carapace degli insetti rendendoli più vulnerabili.
Somministrazione: nebulizzare Total Explosion su entrambi i lati delle foglie: 2-3 ml per Litro di acqua. Ripetere l’applicazione dopo 7-10 giorni per aumentare l’efficacia.

https://mygrass.it/shop/1341-tm_large_default/aptus-dislike.jpg
Aptus Dislike
: previene problemi di infestazioni da insetti volanti, striscianti e succhianti che si annidano sulla pianta o intorno ad essa. Il suo uso preventivo, previene problemi di infestazioni da acari, tripidi e afidi.
Aptus Dislike contiene una miscela brevettata di oli essenziali che tiene lontani gli insetti. Prodotto completamente organico.
Somministrazione: diluire da 4 a 8 ml di prodotto per ogni Litro di acqua e somministrare via spray ogni 7 giorni.

https://mygrass.it/shop/1345-tm_large_default/biobizz-leaf-coat.jpg
Biobizz Leaf Coat
: è un prodotto pronto all’uso pensato per trattenere l’evaporazione ed è realizzato tramite un lattice naturale. Spruzzato sulle talee prodotte rallenta l’evapotraspirazione facilitandone la radicazione.
Biobizz Leaf Coat rinforza le piante e le dota di un effetto repellente contro gli insetti nocivi. Previene la formazione di funghi nocivi sulle foglie.
Somministrazione: prodotto in spray già pronto all’uso.

https://mygrass.it/shop/1358-tm_large_default/cannacure-spray.jpg
Cannacure Spray
: è uno stimolatore della crescita che ha la particolarità di combattere anche i parassiti delle piante rispettando l’ambiente.
Utilizzando Cannacure la pianta può concentrarsi sulla produzione di fiori più grandi e offrire una resa migliore durante l’intera fase colturale fino al raccolto.
L’utilizzo preventivo di Canna Cannacure Spray una volta a settimana fa in modo che i parassiti, morendo, non possano entrare a contatto con le foglie, in quanto restano incollati alle foglie.
Per piante già pesantemente attaccate (ad esempio dalla mosca bianca, dal ragno rosso dei fruttiferi, dalla cocciniglia cotonosa o dagli afidi) è ottimo per eliminare i parassiti.
Somministrazione: confezione spray già pronta per l’uso, somministrare almeno una volta a settimana fino a fine raccolto.

https://mygrass.it/shop/1333-tm_thickbox_default/bioki-olio-di-neem.jpg
Bioki Olio di Neem
: viene assorbito rapidamente dalla pianta ed avendo spiccate proprietà antisettiche ed insettifughe migliora lo stato salutare generale. Svolge inoltre un’azione repellente verso insetti succhiatori e crittogame quali oidio, ticchiolatura o ruggine. L’olio di Neem Bioki ha spiccate proprietà antisettiche ed insettifughe, indicato in presenza di afidi in genere, afide grigio del melo, tignola dell’olivo, della vite, degli agrumi, tripidi, aleurodidi, dorifora della patata.
L’olio di neem viene ottenuto dalla spremitura meccanica dei frutti dell’omonima pianta. Essendo ricco di acidi grassi aromatici essenziali è adatto per trattamenti preventivi e rivitalizzanti in presenza di numerosi parassitosi.
Per la totale atossicità del prodotto, viene utilizzato anche nella preparazione di creme e saponi per uso umano e zootecnico.
Somministrazione:
Per via fogliare, diluire 3-4 ml di olio per litro di acqua e ripetere gli interventi ogni 8-12 giorni.
Fertirrigazione: 1-1,5 ml ogni litro di acqua, effettuando 2-3 interventi durante l’arco vegetativo.
Spruzzato sulle foglie le rinvigorisce e le protegge, mentre spruzzato nel terreno riequilibria la microflora e aumenta i lombrichi.

https://mygrass.it/shop/2782-tm_thickbox_default/tec-fort.jpg
Tec-Fort
: è un prodotto fitosanitario per uso domestico adatto come insetticida per piante da esterno o ornamentali contro formiche, insetti e afidi.
Somministrazione: uso fogliare con applicazione spray (1-2 ml/L).
Si consiglia di utilizzarlo in ore di scarsa luminosità (al crepuscolo o all’alba) e con temperature dell’aria comprese tra 5 e 30° C. Ripetere il trattamento ad intervalli di 7-10 giorni (a seconda delle necessità). Agisce per contatto, bagnare l’intera superficie della pianta. Lasciare trascorrere tre giorni tra il trattamento e la raccolta nel caso di piante da orto ad uso alimentare.

https://mygrass.it/shop/2783-tm_thickbox_default/bio-6000-piretrin-plus.jpg
Bio 6000 Piretrin Plus
: è un insetticida non sistemico a base di piretro che agisce per ingestione e contatto da utilizzare solo in presenza di infestazioni.
Somministrazione: applicare BIO 6000 Piretrin Plus durante la normale irrorazione, dose minima 4 ml per litro, dose massima 6 ml per litro.

https://mygrass.it/shop/1332-tm_large_default/kollant-trappole-adesive-gialle-mosca-bianca.jpg
Kollant Trappole adesive GIALLE
: trappola adesiva cromotropica per la cattura della mosca bianca: non contiene sostanze tossiche, non inquina, resiste all’ umidità e alle intemperie.
Utilizzo: da utilizzare in pre-fioritura, disponendo 10-12 trappole ogni 100 mq.

https://mygrass.it/shop/3121-tm_thickbox_default/trappole-adesive-gialle-afidi-insetti-volanti.jpg
Flortis Trappole adesive GIALLE
: per la cattura degli insetti, inodori, atossiche, non essicano nel tempo, attirano e catturano insetti come mosche della frutta e afidi. Utilizzabili in agricoltura biologica.
Utilizzo: staccare i fogli protettivi dalle 2 facce adesive della placca. Con l’aiuto dei lacci forniti, sospendere le trappole sugli alberi rispettando una distanza di almeno 2 metri tra una placca e l’altra. In caso di contatto, utlizzare olio vegetale per rimuovere la colla. Disporre 10-12 trappole ogni 100 mq. Confezione da 5pz.

Rhino Skin (Silicato di potassio): potente silicato di potassio di Advanced Nutrients, Rhino Skin protegge e rinforza la parete cellulare delle vostre piante rendendole resistenti agli stress ambientali (troppo calore, clima secco) e agli attacchi parassitari.
Somministrazione: diluire 2 ml di prodotto per litro di acqua e utilizzare dalla prima alla sesta settimana di fioritura.

Terra Aquatica Silicate: Terra Aquatica Silicate (ex GHE Mineral Magic) è un importante additivo contenente silicati e materie organiche biologicamente trasformate, con aggiunta di argilla a base di acido silicico naturale.
– Fornisce una forma solubile naturalmente acida di silicato che che penetra nelle cellule della pianta e forma uno scudo resistente contro malattie e infestazioni di insetti.
– I colloidi naturali di MM migliorano la capacità di scambio cationico delle soluzioni nutritive.
-Stabilizza il PH e l’ EC
-Previene le muffe
Somministrazione: in polvere
1) Attorno agli steli, spargere 1 cucchiaino attorno a ogni pianta. Per prevenire la colatura nelle piante da trapianto e nelle talee e le infestazioni di funghi sulle piante più vecchie.
2) Sotto i vaporizzatori, spargere 5/10g (1-2cucchiai) Come supplemento minerale e agente preventivo contro pythium e fusarium
Somministrazione: liquido
Come spray fogliare su entrambi i lati delle foglie: in 20L di acqua versare 1kg di Silicate.
Lasciare riposare per 3 giorni mescolando di tanto in tanto. Filtrare.
ATTENZIONE: Nella coltivazione idroponica, MM e micro-organismi NON vanno usati assieme (Trichoderma harzianum).
Minimo garantito all’analisi: Silicato 84%, Carbonati 16%, Ferro 2,4%, Magnesio 1,8%, Zolfo 0,15%

GHE Organics Urtica: GHE Organics Urtica è un concime liquido di ortiche attentamente selezionate, semplicemente fermentate in acqua. Quest’acqua diviene ricca di elementi nutritivi e protettori.
L’ortica è una pianta eccezionalmente ricca di silicio e ferro, è ricca anche di nitrato, potassio, magnesio, micro-elementi, tracce di elementi e di enzimi.
Come il “kelp”, il concime liquido di ortica stimola il sistema immunitario delle piante, rendendole più resistenti agli attacchi degli insetti e delle malattie.
La resistenza è dovuta anche al fatto che la pianta riceve contemporaneamente un nutrimento equilibrato.
Somministrazione: diluire 50 ml di prodotto per litro di acqua (idroponica e terra) o 20 ml per litro di acqua se utilizzato in polverizzazione fogliare.

Top Crop Barrier: Top Crop Barrier migliora l’assorbimento e il trasporto di sostanze nutritive attraverso la pianta, rafforza le pareti delle cellule, rendendo le piante più resistenti ai parassiti come insetti e acari o ai funghi.
Top Crop Barrier aumenta i livelli di clorofilla, favorendo la fotosintesi. Contribuisce ad un maggiore sviluppo delle piante e all’assorbimento di CO2 dall’ambiente, oltre a potenziare i processi metabolici per un maggior rendimento. Inoltre il supplemento di potassio favorisce il processo di fioritura.
L’alta basicità di Top Crop Barrier, grazie al silicio, lo rende utile per incrementare il pH delle soluzioni nutritive idroponiche.
Somministrazione: diluire 0,5 ml per litro di acqua e versare intorno alle radici una volta a settimana. Per uso fogliare, diluire 0,25 ml per litro di acqua calda e spruzzare sulle foglie alla fine del ciclo di luce. Ripetere una volta a settimana per prevenire i parassiti.


Silicato di Sodio: Il silicato di Sodio, o gel di Silice, forma una pellicola di consistenza vetrosa sulla cuticola degli organi aerei delle piante ostacolando l’attività di insetti, acari e di parassiti di natura fungina o patogeni in genere. Riduce la traspirazione, riduce gli spacchi sui frutti per squilibri idrici.
Somministrazione: il silicato di sodio viene impiegato in fase di riposo vegetativo alla dose di 3 kg/ 100 litri di acqua e di 1,5 kg/100 litri di acqua durante l’attività vegetativa.
Nei periodi molto caldi, dimezzare il dosaggio.

B’Cuzz Silic Boost: B’cuzz Silic Boost di Atami è uno stimolante contenente silicio ad effetto rafforzativo per rendere le piante più resistenti agli stress ambientali come temperatura, disidratazione e trampianti.
Somministrazione: 0,1 ml per Litro di acqua, da usare giornalmente a partire dalla fase di crescita, aggiungendo la soluzione nutritiva fino alla fase di fioritura.
Utilizzabile anche con i sistemi di irrigazione o come spray fogliare.

FONTI: Wikipedia, Giardinaggio.it
FOTO: Agraria.org

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Negozio Via Torricelli
Whatsapp
Negozio Via Aporti