Tingide: riconoscerlo per difendere le tue piante

Il Minatore fogliare: trucchi e consigli per difendersi
25/06/2018
Ragnetto rosso sulle piante: affrontarlo con efficacia
25/06/2018
  • Tingide (Foto 1)

  • Forma giovanile (Foto 2)

  • Danno su foglia (Foto 3)

  • Escrementi di Tingide (Foto 4)

– Famiglia: Tingidae
– Classe: Insetto

 

DESCRIZIONE: Di origine Nord Americana, i Tingidi sono rappresentati da oltre 2000 specie. Sono insetti fitomizi, quindi si nutrono pungendo il mesofillo (tessuto interno della foglia) e vuotando la cellula dai succhi cellulari.
Dagli anni ’60 nelle regioni mediterranee si è diffusa la Cimicetta del platano, che infesta maggiormente il Platanus occidentalis (Platano).
Altre specie autoctone particolarmente attive, come la Piattola del pero e la Cimicetta del mandorlo, colpiscono principalmente pero e mandorlo, ma essendo polifaghe, occasionalmente possono attaccare anche altre specie botaniche come melo, azalee, ecc.

COME RICONOSCERE I TINGIDI:  I Tingidi hanno un corpo fortemente appiattito, di piccole dimensioni, lungo in genere da 2 a 5 mm, con profilo variabile da oblungo a ovoidale a quadrangolare (Foto 1).
Il torace si espande lateralmente intorno al capo, fino a ricoprirlo come una sorta di cappuccio.
Le ali anteriori sono trasparenti e interamente membranose.
A microscopio si notano degli ornamenti che formano una fitta reticolatura sul pronoto (torace) e sulle ali.
In caso di infestazione è facile trovare insieme all’adulto anche le forme giovanili, differenti nella reticolatura che tende a formare processi spiniformi o tubolari (Foto 2).

DANNI PRINCIPALI CAUSATI DAI TINGIDI:
– I Tingidi si nutrono pungendo la foglia, inizialmente questo comporta una decolorazione dei punti colpiti e un’intensa alterazione cromatica di colore argento, localizzata nella parte centrale della foglia, questa decolorazione degenera fino a necrotizzare (Foto 3).
–  Le femmine dei Tingidi depongono le uova nel mesofillo e le ricoprono con escrementi nerastri; facilmente visibili come una punteggiatura nella parte inferiore della foglia (Foto 4).

PREDATORE NATURALE: i fedeli alleati naturali nella lotta contro il tingide sono costituiti dai Rincoti Antocoridi, simili a delle comuni cimici e dai Neurotteri Crisopodi.

PRODOTTO CONSIGLIATO : COPYR PIRECO, BIO 6000 PIRETRIN

FOTO: Agraria.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama Ora
Whatsapp
Email